Home | Email | Mappa | Area Riservata  

 

 

Piazza Comune, 3 - 26012 Castelleone (Cr) - Tel 0374 3561 e-mail info@comune.castelleone.cr.it - PEC: protocollo.castelleone@legalmail.it

 

Pubblicazioni
Fotogallery manifestazioni
Orari uffici comunali, biblioteca, cimitero
Newsletter
Numeri utili
URP
IUC (TASI - IMU - TARI)
Albo Pretorio
Amministrazione Trasparente
Trasporti pubblici
Raccolta Rifiuti
Avvisi ai creditori
Premio Lombardia Efficiente
Dove parcheggiare
Castelleone Cittą Digitale
SPORTELLO LAVORO
PLIS Parco della Valle del Serio Morto
BUONI SPESA CORONAVIRUS

LAMPIONE SPENTO?

 

https://segnalazioni.citelum.it/

 

 

 

 

 

 

 

 

BENVENUTI A CASTELLEONE  Bottone Stampa Bottone invia ad un amico

 

STRADA PROVINCIALE 22. SOSPENSIONE DELLA CIRCOLAZIONE STRADALE DAL KM 2+710 AL KM 2+890 - SAN LATINO - PER POSA COLLETTORE FOGNARIO DAL 18/05/2020 AL 19/06/2020 >>>

 

La strada provinciale n° 22 (per S.Latino) sarà chiusa al transito dal 18/05/2020 fino al 19/06/2020 per lavori di rifacimento tratto di fognatura. Il percorso alternativo sarà attraverso la SP14 (strada per Montodine) e SP13 (strada per Gombito). Consapevoli del temporaneo disagio, si assicura che l’esecuzione dei lavori si concluderà con il rifacimento completo del manto stradale esistente.

 

 

CORONAVIRUS  

COMUNICAZIONE ALLA CITTADINANZA
IN SEGUITO AL DECRETO LEGGE N. 33, AL DPCM DEL 17 MAGGIO 2020 E ALLA ORDINANZA 555 DI REGIONE LOMBARDIA

 

ORDINANZA LIMITAZIONE DELLA DETENZIONE ED ASSUNZIONE DI BEVANDE ALCOLICHE DI QUALSIASI GRADAZIONE ED ADOZIONE DI MISURE DI CONTENIMENTO DI ASSEMBRAMENTI SU AREE PUBBLICHE. È fatto divieto negli spazi pubblici o di uso pubblico dell’intero territorio comunale di detenere e fare uso sul posto di ogni genere di bevanda alcolica da parte di persone presenti e frequentanti dette aree, ad eccezione dei plateatici dei pubblici esercizi.
E’ fatto divieto di accedere e stazionare nell’area delimitata da nastri di Piazza Trieste.

L'ORDINANZA COMPLETA >>>

MERCATO DEL MERCOLEDI’ - LINEE GUIDA

  • Il mercato si svolgerà nella tradizionale area di Piazza del Comune, Via Roma, Via Garibaldi e Via Mura Manfredi;
  • Il mercato sarà presidiato da Servizi di Polizia ed Associazioni di Volontariato al fine di prevenire ingressi in sovrannumero ed assembramenti;
  • I commercianti arriveranno nell’area mercato dalle 7,00 alle 8,00;
  • I commercianti dovranno mettere a disposizione degli utenti gel o liquidi igienizzanti per le mani;
  • I commercianti di abbigliamento e calzature dovranno mettere a disposizione dei clienti anche guanti monouso;
  • La compravendita di beni avverrà dalle 8,00 alle 12,20;
  • Sarà possibile la vendita di beni solo sul fronte e non sui lati di ogni singolo banco;
  • In ogni caso è obbligatorio rispettare la distanza interpersonale minima di un metro;
  • Sono vietati assembramenti e capannelli di persone.

DA GIOVEDI 21 MAGGIO GLI UFFICI COMUNALI SONO RAGGIUNGIBILI AL PUBBLICO prioritariamente attraverso sistemi di comunicazione a distanza (mail, pec e telefono)
PUOI UTILIZZARE I NUMERI TELEFONICI 0374/356311 - 0374/356301, LA MAIL info@comune.castelleone.cr.it OPPURE LA PEC protocollo.castelleone@legalmail.it
Recati di persona negli uffici comunali solo previo appuntamento telefonico da richiedere ai seguenti numeri:
- ANAGRAFE, STATO CIVILE: 0374/356311
- SEGRETERIA, NOTIFICHE, SCELTA REVOCA MEDICO, URP: 0374/356301
- BIBLIOTECA: 0374/356343
- SETTORE ECONOMICO FINANZIARIO: 0374/356313
- SERVIZI CIMITERIALI: 0374/356351
- EDILIZIA PRIVATA, SUAP: 0374/356328
- SETTORE SOCIO-ASSISTENZIALE, PUBBLICA ISTRUZIONE 0374/356241-346-305
- POLIZIA LOCALE: 0374/356333   cell. 348-5802070
Evitare il sovraffollamento dei locali
Accedere agli uffici uno per volta (se non diversamente richiesto dagli uffici stessi)
Tenere la distanza di almeno 1 m. sia dagli operatori, sia tra gli utenti (ed eventuali accompagnatori) in attesa
Utilizzare la mascherina a protezione delle vie aeree o, in subordine, qualunque altro indumento a copertura di naso e bocca
Igienizzare frequentemente le mani con soluzioni idro-alcoliche messe a disposizione
Prima dell'accesso agli uffici, l'addetto comunale procederà alla rilevazione della temperatura corporea

LA BIBLIOTECA È APERTA >>>

CONFCOMMERCIO - RIPARTENZA IN SICUREZZA - CORSO GRATUITO >>>

BAR, RISTORANTI, GELATERIE, PIZZERIE - DOMANDA DI OCCUPAZIONE SUOLO PUBBLICO D.L. RILANCIO ALL’INTERNO DEL TERRITORIO COMUNALE DI CASTELLEONE >>>

SERVIZIO DI CONSEGNA A DOMICILIO SPESA E FARMACI per persone sole ed impossibilitate ad uscire. Telefonare ai numeri 0374/356305 – 0374/356346 – 0374/356342 - 0374/356241. Dal lunedì al venerdì il servizio telefonico è attivo dalle 8.30 alle 12.30, il sabato dalle ore 8.30 ore 11.30.

CIMITERI. I cimiteri di Castelleone sono aperti al pubblico seguendo il consueto orario estivo (ore 8:00 - 19:30). Per l’ingresso nei cimiteri è obbligatorio indossare guanti e mascherina. Si raccomanda l’assoluto rispetto delle misure e dei divieti previsti nei decreti ministeriali e nelle ordinanze regionali in vigore ed in particolare si prescrive di rispettare la distanza minima di un metro e ad evitare contatti e assembramenti tra le persone.
Si informa che la chiesa e il bagno resteranno chiusi al pubblico fino a data da destinarsi.

✅ CERIMONIE FUNEBRI. In occasione dei funerali celebrati nel Comune di Castelleone non saranno consentiti i cortei funebri. Tutte le altre persone presenti nel cimitero sono invitate ad uscire al suono del segnale acustico e gli accessi resteranno chiusi per la tutta durata della cerimonia funebre.

✅ ZTL ESTIVA DI VIALE SANTUARIO DA DOMENICA 10 MAGGIO. La Giunta Comunale ha preso atto delle limitazioni alla circolazione imposte sino al 3 maggio 2020 dal DPCM 10 aprile 2020 ed ha deciso di posticipare l’avvio della Zona a Traffico Limitato festiva di Viale Santuario a domenica 10 maggio 2020.  Le pratiche per il rinnovo delle autorizzazioni da parte della Polizia Locale inizieranno a giorni.

✅ POSTE ITALIANE - PAGAMENTO PENSIONI GIUGNO A PARTIRE DAL 26 MAGGIO. Le pensioni del mese di giugno per i pensionati, titolari di un Conto BancoPosta, di un Libretto di Risparmio o di una Postepay Evolution, saranno accreditate in anticipo il 26 maggio. Per ritirare la pensione in contanti in ufficio postale, occorre presentarsi agli sportelli secondo la seguente ripartizione di cognomi:
26 maggio   martedì     dalla A alla B
27 maggio   mercoledì     dalla C alla D
28 maggio   giovedì     dalla E alla K
29 maggio   venerdì     dalla L alla O
30 maggio   sabato    dalla P alla R
01 giugno    lunedì    dalla S alla Z

✅ PENSIONI, CONVENZIONE TRA POSTE ITALIANE E ARMA DEI CARABINIERI. I pensionati di età pari o superiore a 75 anni che percepiscono prestazioni previdenziali presso gli uffici postali e che riscuotono normalmente la pensione in contanti, potranno richiedere, delegando al ritiro i Carabinieri, la consegna della stessa pensione a domicilio per tutta la durata dell'emergenza da Covid-19, evitando così di doversi recare negli Uffici postali. Contattare la Caserma Carabinieri al numero 0374-58108 dalle ore 9 alle ore 17.

 SOLIDARIETÀ COMUNALE. E' possibile contribuire alla solidarietà alimentare con donazioni da effettuare con bonifico presso la tesoreria comunale Credito Padano-banca di credito cooperativo IBAN   IT42G0845456760000000026137 con causale "Emergenza COVID19 donazione per solidarietà alimentare". Le donazioni godono di una detrazione d'imposta del 30% fino a un massimo di €30.000,00 (ODPC 658 dell 29.3.2020, art, 2 c.3 e DL17.3.2020 'Cura Italia' art. 66)

✅  LO SFORZO DI GENEROSITÀ RADDOPPIA - AIUTIAMO LA CROCE VERDE E LA BRUNENGHI. Le modalità per le donazioni alla CROCE VERDE e alla BRUNENGHI

 

✅ SOSPESI I VERSAMENTI DI TARIFFE, TRIBUTI ED IMPOSTE LOCALI FINO AL 31 MAGGIO. La Giunta Comunale in accordo con tutti i Gruppi Consiliari, uniti nel voler dare un sostegno concreto ai cittadini, alle famiglie ed alle imprese, in questa difficile situazione provocata dall’emergenza sanitaria, ha deciso di sospendere sino al 31 maggio i versamenti relativi alle tariffe, tributi ed imposte locali. Sul sito del Comune saranno disponibili nei prossimi giorni ulteriori informazioni.

✅ MEDIALIBRARY ONLINE (MLOL): LA BIBLIOTECA DIGITALE QUOTIDIANA. Anche da casa puoi utilizzare la biblioteca digitale MLOL e accedere gratuitamente ad un grandissimo numero di risorse: ebook, audiolibri, giornali, banche dati, spartiti musicali, archivi di immagini, app e molto altro. Se non possiedi ancora le credenziali, scrivi a biblioteca@comune.castelleone.cr.it  >>>

✅ LO SPORTELLO LAVORO DEL MERCOLEDÌ È CHIUSO

✅ SERVIZIO DI SUPPORTO PSICOLOGICO TELEFONICO >>>

✅ USCA. ATS Valpadana di Cremona informa che sono operative sul territorio della provincia di Cremona le Unità Speciali di Continuità Assistenziale (USCA), operative dalle 9:00 alle 19:00 di tutti i giorni feriali non festivi e prefestivi.
I medici di tali Unità operano a supporto e 
su segnalazione dei Medici e dei Pediatri di Famigliaper la valutazione solo domiciliare di pazienti con sintomatologia similinfluenzale o sospetti di Covid-19, che non necessitino di ricovero ospedaliero.


✅  PROROGHE SCADENZA DOCUMENTI >>>

✅  MODELLO AUTODICHIARAZIONE >>> 

✅ VADEMECUM UTILIZZO MASCHERINE >>>



✅  PER LE IMPRESE >>>


AIUTI FAMIGLIE >>>


OBBLIGO MASCHERINA (FINO AL 14 GIUGNO). Obbligo di utilizzo della mascherina o di altre protezioni

1. Ogniqualvolta ci si rechi fuori dall’abitazione, vanno adottate tutte le misure precauzionali consentite e adeguate a proteggere sè stessi e gli altri dal contagio, utilizzando la mascherina o, in subordine, qualunque altro indumento a copertura di naso e bocca, contestualmente ad una puntuale disinfezione delle mani. In ogni attività sociale esterna deve comunque essere mantenuta la distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro.

2. Non sono soggetti all’obbligo i bambini al di sotto dei sei anni, nonché i soggetti con forme di disabilità non compatibili con l’uso continuativo della mascherina e i loro accompagnatori.

3. Per coloro che svolgono intensa attività motoria o intensa attività sportiva non è obbligatorio l’uso di mascherina o di altra protezione individuale durante la predetta attività fisica, salvo l’obbligo di utilizzo alla fine dell’attività stessa ed il mantenimento del distanziamento sociale.

 

SPOSTAMENTI. A decorrere dal 18 maggio 2020, cessano di avere effetto tutte le misure limitative della circolazione all’interno del territorio regionale di cui agli articoli 2 e 3 del decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19, e tali misure possono essere adottate o reiterate, ai sensi degli stessi articoli 2 e 3, solo con riferimento a specifiche aree del territorio medesimo interessate da particolare aggravamento della situazione epidemiologica. FINO AL 31 LUGLIO

FINO AL 2 GIUGNO 2020 sono vietati gli spostamenti, con mezzi di trasporto pubblici e privati, in una regione diversa rispetto a quella in cui attualmente ci si trova, salvo che per comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza ovvero per motivi di salute; resta in ogni caso consentito il rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza.

A DECORRERE DAL 3 GIUGNO 2020, gli spostamenti interregionali possono essere limitati solo con provvedimenti adottati ai sensi dell’articolo 2 del decreto-legge n. 19 del 2020, in relazione a specifiche aree del territorio nazionale, secondo principi di adeguatezza e proporzionalità al rischio epidemiologico effettivamente presente in dette aree.

FINO AL 2 GIUGNO 2020, sono vietati gli spostamenti da e per l’estero, con mezzi di trasporto pubblici e privati, salvo che per comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza ovvero per motivi di salute o negli ulteriori casi individuati con provvedimenti adottati ai sensi dell’articolo 2 del decreto-legge n. 19 del 2020; resta in ogni caso consentito il rientro presso il proprio domicilio, abitazione o residenza. A decorrere dal 3 giugno 2020, gli spostamenti da e per l’estero possono essere limitati solo con provvedimenti adottati ai sensi dell’articolo 2 del decreto-legge n. 19 del 2020, anche in relazione a specifici Stati e territori, secondo principi di adeguatezza e proporzionalità al rischio epidemiologico e nel rispetto dei vincoli derivanti dall’ordinamento dell’Unione europea e degli obblighi internazionali.

È fatto DIVIETO DI MOBILITÀ DALLA PROPRIA ABITAZIONE o dimora alle persone sottoposte alla misura della quarantena per provvedimento dell’autorità sanitaria in quanto risultate positive al virus COVID-19, fino all’accertamento della guarigione o al ricovero in una struttura sanitaria o altra struttura allo scopo destinata.

La QUARANTENA PRECAUZIONALE è applicata con provvedimento dell’autorità sanitaria ai soggetti che hanno avuto contatti stretti con casi confermati di soggetti positivi al virus COVID-19 e agli altri soggetti indicati con i provvedimenti adottati ai sensi dell’articolo 2 del decreto-legge n. 19 del 2020.

I SOGGETTI CON INFEZIONE RESPIRATORIA caratterizzata da febbre (maggiore di 37,5° C) devono rimanere presso il proprio domicilio, contattando il proprio medico curante

È fatta espressa raccomandazione a tutte le persone anziane o affette da patologie croniche o con multimorbilità ovvero con stati di immunodepressione congenita o acquisita, di evitare di uscire dalla propria abitazione o dimora fuori dai casi di stretta necessità.

È VIETATO L’ASSEMBRAMENTO di persone in luoghi pubblici o aperti al pubblico.

Il sindaco può disporre la chiusura temporanea di specifiche aree pubbliche o aperte al pubblico in cui sia impossibile assicurare adeguatamente il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro.

 

L’accesso del pubblico ai parchi, alle ville e ai GIARDINI PUBBLICI è condizionato al rigoroso rispetto del divieto di assembramento di cui all’articolo 1, comma 8, primo periodo, del decreto-legge 16 maggio 2020, n. 33, nonché della distanza di sicurezza interpersonale di almeno un metro; è consentito l’accesso dei minori, anche assieme ai familiari o altre persone abitualmente conviventi o deputate alla loro cura, ad aree gioco all’interno di parchi, ville e giardini pubblici, per svolgere attività ludica o ricreativa all’aperto nel rispetto delle linee guida;

 

DAL 1° GIUGNO SONO CONSENTITE LE ATTIVITÀ IN PALESTRA E PRESSO LE PISCINE E L'ATTIVITÀ FISICA ALL'APERTO SECONDO LE INDICAZIONI DELL'ALLEGATO 1 >>>

Sono consentiti sia il volo che la navigazione da diporto. Al noleggio di unità di navigazione da diporto si applicano le misure di cui alla scheda 6 “Noleggio veicoli e altre attrezzature” di cui alle Linee guida in allegato 1 all'Ordinanza regionale.

Fino al 30 giugno 2020 limitatamente ai soli atleti riconosciuti di interesse nazionale dalla Federazione Italiana Sport Invernali al fine di consentire il raggiungimento delle aree ove svolgere gli allenamenti, è consentita la ripresa delle attività degli impianti del territorio lombardo a fune e di risalita del comprensorio sciistico del Passo dello Stelvio, non classificati di Trasporto Pubblico Locale (ai quali, come tali, non sono applicate le misure stabilite nell’ordinanza del Presidente della Regione Lombardia n. 538 del 30 aprile 2020), nel rispetto dei protocolli di sicurezza definiti con Decreto della DG Sport e giovani di Regione Lombardia n. 6142 del 23/05/2020.

Lo svolgimento delle MANIFESTAZIONI PUBBLICHE è consentito soltanto in forma statica, a condizione che, nel corso di esse, siano osservate le distanze sociali prescritte e le altre misure di contenimento FINO AL 14 GIUGNO

Sono SOSPESE LE ATTIVITÀ DI SALE GIOCHI, SALE SCOMMESSE E SALE BINGO FINO AL 14 GIUGNO

E’ confermato l’obbligo per i concessionari di slot machines di provvedere al blocco delle medesime ed agli esercenti di provvedere alla disattivazione di monitor e televisori di giochi che prevedono puntate accompagnate dalla visione dell’evento anche in forma virtuale, al fine di impedire la permanenza degli avventori per motivi di gioco all’interno dei locali, a prescindere dalla tipologia di esercizio in cui tali apparecchi sono presenti.

Gli SPETTACOLI aperti al pubblico in sale teatrali, sale da concerto, sale cinematografiche e in altri spazi anche all’aperto restano sospesi fino al 14 giugno 2020. Dal 15 giugno 2020, detti spettacoli sono svolti con posti a sedere preassegnati e distanziati e a condizione che sia comunque assicurato il rispetto della distanza interpersonale di almeno un metro sia per il personale, sia per gli spettatori, con il numero massimo di 1000 spettatori per spettacoli all’aperto e di 200 persone per spettacoli in luoghi chiusi, per ogni singola sala. Le regioni e le province autonome possono stabilire una diversa data, in relazione all’andamento della situazione epidemiologica nei propri territori. L’attività degli spettacoli è organizzata secondo le linee guida di cui all’allegato 1 dell'Ordinanza 555. Consentite le prove e le produzioni in assenza di pubblico dal 1° giugno 2020. Restano sospesi gli eventi che implichino assembramenti in spazi chiusi o all’aperto quando non è possibile assicurare il rispetto delle condizioni di cui alla presente lettera; restano comunque sospese le attività che abbiano luogo in sale da ballo e discoteche e locali assimilati, all’aperto o al chiuso, le fiere e i congressi.

L’ACCESSO AI LUOGHI DI CULTO avviene con misure organizzative tali da evitare assembramenti di persone, tenendo conto delle dimensioni e delle caratteristiche dei luoghi, e tali da garantire ai frequentatori la possibilità di rispettare la distanza tra loro di almeno un metro

Le FUNZIONI RELIGIOSE con la partecipazione di persone si svolgono nel rispetto dei protocolli sottoscritti dal Governo e dalle rispettive confessioni

Il servizio di apertura al pubblico dei MUSEI e delle BIBLIOTECHE è assicurato a condizione che detti istituti e luoghi garantiscano modalità di fruizione contingentata o comunque tali da evitare assembramenti di persone e da consentire che i visitatori possano rispettare la distanza tra loro di almeno un metro.

Il servizio è organizzato tenendo conto dei protocolli o linee guida adottati dalle regioni o dalla Conferenza delle regioni e delle province autonome.

SCUOLA. Sono sospesi i servizi educativi per l’infanzia di cui all’art. 2 del decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 65, e le attività didattiche in presenza nelle scuole di ogni ordine e grado, nonché la frequenza delle attività scolastiche e di formazione superiore, comprese le Università e le Istituzioni di Alta Formazione Artistica Musicale e Coreutica, di corsi professionali, master, corsi per le professioni sanitarie e università per anziani, nonché i corsi professionali e le attività formative svolte da altri enti pubblici, anche territoriali e locali e da soggetti privati, ferma in ogni caso la possibilità di svolgimento di attività formative a distanza.

SERVIZI PER L'INFANZIA E L'ADOLESCENZA. Sono consentiti a decorrere dal 15 giugno 2020 nel rispetto delle linee guida di cui all'allegato 1 >>>

FINO AL 14 GIUGNO sono sospesi i congressi, le riunioni, i meeting e gli eventi sociali, in cui è coinvolto personale sanitario o personale incaricato dello svolgimento di servizi pubblici essenziali o di pubblica utilità;

È altresì differita a data successiva al termine di efficacia del presente decreto ogni altra attività convegnistica o congressuale;

FINO AL 14 GIUGNO sono sospese le attività di centri benessere, centri termali (fatta eccezione per l’erogazione delle prestazioni rientranti nei livelli essenziali di assistenza);

È consentita l'attività di associazioni culturali, circoli ricreativi, club, centri di aggregazione sociale, università del tempo libero e della terza età.

Restano garantiti, nel rispetto delle norme igienico-sanitarie, i servizi bancari, finanziari, assicurativi nonché l’attività del settore agricolo, zootecnico di trasformazione agro-alimentare comprese le filiere che ne forniscono beni e servizi;

ATTIVITÀ COMMERCIALI - FINO AL 14 GIUGNO

Le seguenti attività sono svolte nel rispetto delle misure contenute nelle corrispondenti schede dell’allegato 1:

Ristorazione

Stabilimenti balneari e spiagge

Strutture ricettive (esclusi strutture ricettive all’aperto, rifugi e ostelli per la gioventù) e locazioni brevi

Strutture ricettive all’aperto (campeggi e villaggi turistici)

Rifugi alpinistici ed escursionistici ed ostelli per la gioventù

Acconciatori, estetisti, tatuatori e piercers, centri massaggi e centri abbronzatura

Commercio al dettaglio in sede fissa e agenzie di viaggi

Commercio al dettaglio su aree pubbliche (mercati, fiere, posteggi isolati e attività in forma itinerante)

Uffici aperti al pubblico

Piscine

Palestre

Manutenzione del verde

Musei, archivi e biblioteche e altri luoghi della cultura

Attività fisica all’aperto

Noleggio veicoli e altre attrezzature

Informatori scientifici del farmaco e vendita porta a porta

Aree giochi per bambini

Formazione professionale

Spettacoli

 

Sono altresì consentite le seguenti attività:

Professioni della montagna, di cui alla L.R. n. 26/2014, anche per assicurare il soccorso e la sicurezza in montagna, e lo svolgimento delle relative attività formative all’aria aperta, finalizzate alla abilitazione dell’esercizio della professione ed all’aggiornamento professionale,

Guide turistiche, tenuto conto della ripresa dell’attività turistica,

Strutture ricettive all’aria aperta (campeggi e villaggi turistici) in quanto, pur con alcune specificità, rientrano tra le strutture non alberghiere,

Rifugi alpini ed escursionistici e bivacchi, per le stesse motivazioni di cui al punto precedente,

Parchi tematici, faunistici e di divertimento.

E’ altresì consentita l’attività da parte degli esercizi di toelettatura degli animali di compagnia, purché il servizio venga svolto per appuntamento, senza il contatto diretto tra le persone, e comunque in totale sicurezza nella modalità “consegna animale – toelettatura - ritiro animale”, nonché le ulteriori attività previste dal codice ATECO 96.09.04, comprese, per analogia, quelle gestite da associazioni senza scopo di lucro e quelle svolte da altre strutture quali asili per cani, utilizzando i mezzi di protezione personale e garantendo il distanziamento sociale.

 

RILEVAZIONE DELLA TEMPERATURA CORPOREA SUI LUOGHI DI LAVORO

I datori di lavoro osservano le seguenti prescrizioni:

a) deve essere rilevata prima dell’accesso al luogo di lavoro la temperatura corporea del personale, a cura o sotto la supervisione del datore di lavoro o suo delegato. Tale previsione deve essere altresì attuata anche qualora durante l’attività il lavoratore dovesse manifestare i sintomi di infezione da COVID – 19 (es. tosse, raffreddore, congiuntivite). Se tale temperatura risulterà superiore ai 37,5°, non sarà consentito l'accesso o la permanenza ai luoghi di lavoro. Le persone in tale condizione saranno momentaneamente isolate e non dovranno recarsi al Pronto Soccorso e/o nelle infermerie di sede. Il datore di lavoro comunicherà tempestivamente tale circostanza, tramite il medico competente di cui al D.L. n.81/2008 e/o l’ufficio del personale, all’ATS territorialmente competente la quale fornirà le opportune indicazioni cui la persona interessata deve attenersi.

b) Si raccomanda fortemente la rilevazione della temperatura anche nei confronti dei clienti/utenti, prima dell’accesso. In caso di accesso ad attività di ristorazione con consumo sul posto, la rilevazione della temperatura corporea dei clienti è obbligatoria. Se tale temperatura dovesse risultare superiore a 37,5°, non sarà consentito l'accesso alla sede e l’interessato sarà informato della necessità di contattare il proprio medico curante.

c) In assenza di strumento di rilevazione idoneo per difficoltà di reperimento sul mercato è consentito, solo in via transitoria, che il datore di lavoro o suo delegato verifichi all'arrivo sul luogo di lavoro, la temperatura che il dipendente o, nel caso di cui al secondo periodo della lettera b) anche il cliente, prova con strumento personale idoneo.

d) E’ fortemente raccomandato l’utilizzo della app “AllertaLom” da parte del datore di lavoro e di tutto il personale, compilando quotidianamente il questionario “CercaCovid”.


TIROCINI E ATTIVITÀ LABORATORIALI

E’ consentita la ripresa delle esperienze formative attraverso la modalità del tirocinio anche in presenza, esclusivamente negli ambiti di lavoro ove non sussistano le restrizioni all’esercizio dell’attività. I soggetti ospitanti assicurano l’applicazione, per i tirocinanti, degli stessi protocolli di sicurezza previsti per il settore, l’attività e il luogo di lavoro ove è esercitata l’esperienza formativa in tirocinio. Le imprese in cassa integrazione che hanno sospeso parzialmente la propria attività possono ospitare i tirocinanti, fermo restando il rispetto delle linee guida regionali approvate con D.G.R. 17 gennaio 2018, n.7763.

 

ADDESTRAMENTO DI CANI, CAVALLI E ALTRE SPECIE ANIMALI

È consentita l’attività di allenamento e di addestramento di cani e cavalli e altre specie animali in zone ed aree specificamente attrezzate, assicurando il rispetto della distanza di sicurezza interpersonale di un metro.

L’attività di allenamento e addestramento può essere svolta in aree attrezzate (quali ZAC, centri cinofili e maneggi) o in aree all’aperto (es. boschi e parchi) idonee allo svolgimento di tali attività.

 

ATTIVITÀ GESTIONALI DELLA FAUNA SELVATICA

E’ consentito svolgere sul territorio regionale le seguenti attività, a condizione del rispetto delle misure di distanziamento sociale e dell’utilizzo degli adeguati dispositivi di protezione individuali:

Svolgimento di censimenti delle popolazioni di fauna selvatica da parte di soggetti individuati dagli ATC/CA, di cui all’art. 8 della l.r n. 26/1993;

Attuazione dei piani di controllo della fauna selvatica di cui all’art. 41 della l.r. n. 26/1993, nell’ambito del coordinamento di competenza delle polizie provinciali, da parte dei soggetti espressamente autorizzati dalle stesse;

Caccia di selezione da parte dei cacciatori in possesso delle relative abilitazioni, di cui all’art. 40 della l.r. n. 26/1993.

✅ TRASPORTO PUBBLICO DI PASSEGGERI – RIPRESA ORDINARIA DEL SERVIZIO - Misure valide per tutti i servizi di trasporto pubbico di linea e non di linea FINO AL 31 AGOSTO 2020 >>>


✅ Raccolta rifiuti: info utili

in sintesi

* se NON sei positivo al tampone e NON sei in quarantena: continua a fare la raccolta differenziata - Per i rifiuti indifferenziati utilizza due o tre sacchetti possibilmente resistenti (uno dentro l'altro)

* se sei POSITIVO al tampone o in QUARANTENA OBBLIGATA: non differenziare più i rifiuti di casa tua. Tutti i rifiuti (plastica, vetro, carta, umido, lattine e secco) vanno gettati nello stesso contenitore per la raccolta indifferenziata (secco).


✅ Raccomandazioni per le persone in isolamento domiciliare e per i familiari che li assistono. A cura del Gruppo ISS “Comunicazione Nuovo Coronavirus” - Istituto Superiore di Sanità >>>

✅ Consigli per gli ambienti chiusi >>>

✅ MISURE IGIENICHE:

1. lavarsi spesso le mani. Si raccomanda di mettere a disposizione in tutti i locali pubblici, palestre, supermercati, farmacie e altri luoghi di aggregazione, soluzioni idroalcoliche per il lavaggio delle mani;

2. evitare il contatto ravvicinato con persone che soffrono di infezioni respiratorie acute;

3. evitare abbracci e strette di mano;

4. mantenere, nei contatti sociali, una distanza interpersonale di almeno un metro;

5. praticare l’igiene respiratoria (starnutire e/o tossire in un fazzoletto evitando il contatto delle mani con le secrezioni respiratorie);

6. evitare l’uso promiscuo di bottiglie e bicchieri, in particolare durante l’attività sportiva;

7. non toccarsi occhi, naso e bocca con le mani;

8. coprirsi bocca e naso se si starnutisce o tossisce;

9. non prendere farmaci antivirali e antibiotici, a meno che siano prescritti dal medico;

10. pulire le superfici con disinfettanti a base di cloro o alcol;

11. è fortemente raccomandato in tutti i contatti sociali, utilizzare protezioni delle vie respiratorie come misura aggiuntiva alle altre misure di protezione individuale igienico-sanitarie.

 

La situazione è sempre in evoluzione: per ogni aggiornamento si faccia riferimento al sito del Comune o alla newsletter del Comune. Per iscriversi è sufficiente mandare una mail a urp.castelleone@gmail.com

IL SINDACO prof. Pietro Enrico Fiori

 

Ordinanza Regione Lombardia n. 555 e ALLEGATO

DECRETO PRESIDENTE CONSIGLIO 26 APRILE 2020
Decreto Legge 16 maggio 2020 n. 33
Ordinanza Regione Lombardia n. 547
Ordinanza Regione Lombardia n. 541

Decreto Ministro Sviluppo Economico 4 maggio 2020

Ordinanza Regione Lombardia n. 539

Ordinanze Regione Lombardia n. 537 e 538

DECRETO PRESIDENTE CONSIGLIO 26 APRILE 2020

► Ordinanza Regione Lombardia n. 528

► DECRETO PRESIDENTE CONSIGLIO 10 APRILE 2020 

► Ordinanza Regione Lombardia n. 521

► DECRETO PRESIDENTE CONSIGLIO 1 APRILE 2020 

► DECRETO PRESIDENTE CONSIGLIO 22 MARZO 2020 

► Ordinanze Regione Lombardia n. 514 - 515 - 517

► Ordinanza del ministro Speranza con nuove restrizioni per fermare il contagio (20/3/2020)

► Decreto-legge 17 marzo 2020 n. 18  #CuraItalia

► DECRETO PRESIDENTE CONSIGLIO 11 MARZO 2020 

► Decreto #IoRestoaCasa, domande frequenti sulle misure adottate dal Governo

► DECRETO PRESIDENTE CONSIGLIO 9 MARZO 2020  

► DECRETO PRESIDENTE CONSIGLIO 8 MARZO 2020 

► ORDINANZA 646 DEL 08/03/2020 PROTEZIONE CIVILE 

► DECRETO PRESIDENTE CONSIGLIO 4 MARZO 2020 

► DECRETO-LEGGE 2 MARZO 2020, N. 9. MISURE URGENTI DI SOSTEGNO PER FAMIGLIE, LAVORATORI E IMPRESE CONNESSE ALL’EMERGENZA EPIDEMIOLOGICA DA COVID-19 

► DECRETO PRESIDENTE CONSIGLIO 1 MARZO 2020 

► DECRETO PRESIDENTE CONSIGLIO COMUNI "ZONA ROSSA" 


 


Quali sono i sintomi?
Come altre malattie respiratorie, il nuovo coronavirus può causare sintomi lievi come raffreddore, mal di gola, tosse e febbre, oppure sintomi più severi quali polmonite e difficoltà respiratorie.

Cosa fare in caso di sintomi
Coloro che riscontrano sintomi influenzali o problemi respiratori non devono andare in pronto soccorso, ma devono chiamare il 
numero unico per la Lombardia 800 89 45 45 che valuterà ogni singola situazione e spiegherà che cosa fare. Per informazioni generali chiamare 1500, il numero di pubblica utilità attivato dal Ministero della Salute.

Per info in tempo reale:

► Regione Lombardia Notizie

► Coronavirus: indicazioni e comportamenti da seguire

► Ministero della Salute

► Regione Lombardia

► Prefettura di Cremona

► ATS Valpadana

 
  

   

 

 
 
Freccia elenco puntato
AVVISO AGLI ASSISTITI IN CARICO AL DOTT. BERTOLASI GIAN BATTISTA

L'ATS della Valpadana comunica che al fine di garantire la continuità dell'assistenza ai pazienti del dott. Bertolasi Gian Battista è stato nominato un incaricato provvisorio, DOTT. BERTOLOTTI ALBERTO, che svolgerà la propria attività lavorativa con i seguenti orari di ambulatorio:

AMBULATORIO DI CASTELLEONE - VIA SAN REALINO N. 2

Lunedì dalle ore 9.30 alle ore 13.00

Martedì dalle ore 14.30 alle ore 19.00

Mercoledì dalle ore 9.30 alle ore 13.00

Giovedì dalle ore 14.30 alle ore 19.00

Venerdì dalle ore 9.30 alle ore 13.00

Recapito telefonico dott. Bertolotti Alberto: 353 4064297

Per quanto sopra, l'assistenza sarà garantita automaticamente, senza necessità di operare una nuova scelta.

Se invece preferirete avvalervi delle prestazioni di un altro Sanitario già operante nello stesso ambito territoriale, con disponibilità di scelte, è possibile farne richiesta all'Ufficio Scelta/Revoca ASST Crema, via Gramsci n. 13 - Crema (0373/899332 - 360).

Freccia elenco puntato
DENUNCIA POZZI, PROROGA AL 30 SETTEMBRE
Con DGR XI/2975 Regione Lombardia ha differito al 30 settembre 2020 il termine di presentazione della denuncia annuale delle acque derivate nell'anno 2019.
Freccia elenco puntato
AGGIORNAMENTO DEGLI ELENCHI DI SPECIE ESOTICHE INVASIVE (IAS) PER LA LOMBARDIA
Con Deliberazione n. 2658/2019 la Giunta regionale ha aggiornato gli elenchi delle specie esotiche invasive (Invasive Alien Species IAS) per la Lombardia.
È possibile segnalare l’eventuale presenza di specie vegetali esotiche all'Osservatorio per la Biodiversità di Regione Lombardia, utilizzando la APP Biodiversità scaricabile dal sito www.biodiversita.lombardia.it, o inviando una mail all'indirizzo flora@biodiversita.lombardia.it.
Freccia elenco puntato
RILASCIO SERVIZIO TELEMATICO GE.T.RA. - GESTIONE TORRI DI RAFFREDDAMENTO - CENSIMENTO DI CUI ALL'ART.61 BIS LR 33/2009 (AGGIORNATO CON ART. 36, COMMA 1, LETT. A DELLA L.R. 6 GIUGNO 2019, N. 9)

 Nota di Regione Lombardia

 GETRA - Manuale utente Proprietario

GETRA - Manuale utente Comune

GETRA - Manuale utente ATS

Freccia elenco puntato
TRASPORTO PUBBLICO LINE - SOSPENSIONE SERVIZIO HYPE WALLET

Line Servizi per la Mobilità avvisa la gentile clientela che, per cause non imputabili a LINE Spa, al momento non è più possibile utilizzare l’applicazione Hype Wallet per l’acquisto del biglietto di corsa semplice tramite smartphone. Si comunica inoltre che a breve sarà disponibile un nuovo servizio di pagamento digitale del biglietto.

Freccia elenco puntato
SOSTITUZIONE CONTATORI ACQUEDOTTO
A partire dal 17 febbraio verranno sostituiti i contatori dell'acquedotto di alcune utenze da parte di impresa incaricata da Padania Acque.
Freccia elenco puntato
TRIBUTI - RAVVEDIMENTO LUNGO
Con le modifiche apportate dal Decreto Legge n. 124/2019 (cosiddetto “decreto fiscale 2020”), anche la fiscalità locale potrà beneficiare di questo istituto con una profondità di correzione della violazione pari al tempo assegnato al Comune per le attività di verifica, ossia 5 anni dall’errore del contribuente.
Come è noto, grazie al ravvedimento il contribuente ha la possibilità di regolarizzare i versamenti di imposte omesse o pagate in misura insufficiente applicando sanzioni ridotte: il vantaggio consiste nella misura contenuta delle sanzioni, proporzionale al tempo che intercorre tra la violazione degli obblighi tributari ed il versamento eseguito in adozione al ravvedimento operoso.
Perché la regolarizzazione sia corretta, il contribuente è tenuto a procedere spontaneamente, sanando la propria posizione fiscale versando, oltre all’importo dovuto a titolo di tributo, la sanzione ridotta e gli interessi al tasso legale.
La regolarizzazione può riguardare anche l’omessa dichiarazione ma, per questa violazione, la possibilità di sanare l’errore deve essere esercitata in un tempo molto limitato, ossia entro 90 giorni dal termine previsto per la sua presentazione. LEGGI TUTTO
Freccia elenco puntato
TRASPORTO PUBBLICO LINE - MODIFICA PERCORSO LINEA K304
Line Servizi per la Mobilità avvisa la clientela che dal 3 febbraio 2020 IN VIA SPERIMENTALE la corsa n. 21267 della linea k304 Soresina-Castelleone-Crema con validità Fer6 scolastico verrà anticipata alle ore 07:10 con partenza da Ripalta Arpina e non più da Castelleone alle ore 07:12. Si prega di prendere visione dell’orario di seguito riportato >>>
 

Articoli 9-16 di 27 
<< indietro   avanti >>  
Separatore

 

COMUNE DI CASTELLEONE - Piazza Comune, 3 - 26012 Castelleone (Cr) - Tel 0374 3561
Partita Iva 00298510199 - Codice fiscale 83001230198 - IBAN 

Fatturazione elettronica:
 codice univoco ufficio: UFHGU8              descrizione ufficio: Uff_eFatturaPA


 e-mail
- PEC - Note legali - Privacy - Elenco siti tematici

© 2008-2019 Comune di Castelleone - Tutti i diritti riservati

Web by Klan.IT - Soluzioni Innovative